RAI RADIO TELEVISIONE ITALIANA PRESENTA
CHIAROSCURO
CON MARCO BONINI-DENNY MENDEZ-LARONTE
CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DI NINO MANFREDI
CON IDA DI BENEDETTO NEL RUOLO DI LUCILLA
ANTONELLA STENI-GIANPIERO BIANCHI-MARTA BIFANO
MARCO MINETTI-GABRIELE BOCCIARELLI-EMENUELE VEZZOLI
CON PAOLO MALCO NEL RUOLO DI FRANCESCHINI
CON L' AMICHEVOLE PARTECIPAZIONE DI MICO GALDIERI
CON ANDREA JONASSON NEL RUOLO DI FABIOLA CORSIERI

SOGGETTO ORIGINALE DI MARY ASIRIDE E ALESSANDRO MONESE
SOGGETTO E SCENEGGIATURA PAOLA PASCOLINI
CON LA COLLABORAZIONE DI TOMMASO CAPOLICCIO E GIORGIO FORMICA
CASTING JENNY TAMBURI - SCENOGRAFIA STEFANO PICA
COSTUMI MARIA ROSARIA DONADIO - MONTAGGIO FRANCO LETTI
FOTOGRAFIA STEFANO RICCIOTTI - MUSICA VITTORIO COSMA
ORGANIZZATORE GENERALE VALENTINO SIGNORETTI
UNA PRODUZIONE RAI FICTION
PRODOTTO DA IDA DI BENEDETTO E STEFANIA BIFANO
PER TITANIA PRODUZIONI S.R.L.
PRODUTTORI RAI LORENZA BIZZARRI-ELISABETTA TRAUTTEUR

REGIA TOMASO SHERMAN

Una Cenerentola al contrario, cresciuta nella bambagia protettiva di una famiglia molto ricca e piena di pregiudizi, all'improvviso catapultata nel mezzo di una realta' cruda e drammatica, e' la protagonista di Chiaroscuro, una fiction in due puntate per Raidue.
Nella cornice di una favola del nostro tempo, i personaggi sono tratteggiati a rovescio. La protagonista e' infatti una ragazza di colore, figlia di una principessa romana sposata e presto divorziata da un campione di baseball americano, poi passata a seconde nozze con un ricco uomo d'affari. La giovane, piena di fisime e di paure, vuole pero' rendersi indipendente e s'impiega in uno studio di architettura che l'incarica di effettuare le misurazioni di un vecchio stabile romano da trasformare in residence. Ed e' quando la ragazza arriva in quel palazzo che si trova inaspettatamente immersa in un mondo a lei totalmente sconosciuto: la rivolta degli extracomunitari e dei disoccupati che occupano l'edificio e che, guidati da un giovane avvocato, si battono con tutti i mezzi per non essere sfrattati. Ma, invece di ritrarsi, la ragazza, creduta una colf per la sua pelle scura, puo' inserirsi nella variopinta comunita' del vecchio palazzo e finisce per fare amicizia con alcuni inquilini e per innamorarsi del povero ma bell'avvocato.
Da qui il racconto propone nuovi sviluppi e, lasciando l'atmosfera fiabesca, un po' fuori dal tempo, passa da un lato ai soprassalti della cronaca di oggi e dall'altro ai momenti gai e leggeri della commedia all'italiana.