Rai Radiotelevisione Italiana  presenta
un film di Angelo Longoni
Elena Sofia Ricci in
FRATELLI
François Montagut  Cesare Bocci  Toni Librizzi
Renzo Cerrato   Gianluca Grecchi  Margherita Longoni  
Mary Hubert  Francesco Carnelutti
con Cosimo Cinieri   con la partecipazione di Sabina Vannucchi
con la partecipazione straordinaria di Erica Blanc

Soggetto Jim Carrington Andrea Purgatori      
Sceneggiatura   Jim Carrington  Andrea Purgatori  Angelo Longoni
con la collaborazione di Massimo Sgorbani     
Suono Andrea Moser (A.I.T.S.)
Costumi Agata Cannizzaro Scenografia Leonardo Conte  Alessandra Panconi
Fotografia Patrizio Patrizi (A.I.C.) Montaggio Mauro Bonanni (a.m.c.)
Musica Paolo Vivaldi Edizioni musicali RAI Trade
Direttore produzione Roberto Giliberto (A.P.e A.)
Service Canadese Lucio Tomaro Per LTE Lucio Tomaro Enterprises Inc.
Produttore Esecutivo Angelo Frezza (A.P.e A.)  Produttore RAI Anna Giolitti
Una produzione realizzata da    Ida di Benedetto e Stefania Bifano per Titania Produzioni                   
Una distribuzione Internazionale RAI Trade
Regia Angelo Longoni

                              

In seguito alla morte del padre, Anna ritrova delle carte che le rivelano l’esistenza di un fratello mai conosciuto perché adottato, nell’immediato dopoguerra, da una famiglia canadese.

All’epoca i genitori di Anna, giunti dal Veneto alla ricerca di lavoro nella zona agricola bonificata a Sud di Roma, avevano trovato una realtà durissima. Il lavoro - benché duro e spossante - non permetteva loro neppure di mantenere e curare il loro figlio malaticcio e malnutrito. E alla fine anche loro come altre famiglie avevano dovuto ricorrere alle associazioni che organizzavano l’affido dei bambini. Oggi la madre di Anna, una donna ormai anziana e provata dai rimorsi, ha sepolto il doloroso ricordo di quel figlio perduto e non vuole saperne di mettersi alla sua ricerca.

Ma Anna non riesce a far finta di niente e, seguendo le tracce sulle quali si era messo suo padre, dopo un drammatico confronto con il marito Tommaso, si mette in contatto con Nick De Lillo, un avvocato italo-canadese che si occupa di rintracciare bambini adottati.

Anna non esita a lasciare il marito e i due figli per volare in Canada. Lì si incontra nuovamente con l’avvocato – un uomo al cui fascino non è indifferente - e con il suo aiuto riesce finalmente a rintracciare il fratello. Luca è un ex pugile indurito dalla vita e il loro incontro è inizialmente teso, circospetto, per poi sciogliersi lentamente. I due fratelli si sono riconosciuti e Anna riesce finalmente a gettare una nuova luce sui ricordi della propria infanzia