Pupa

Pochi autori contemporanei hanno percorso con tanta lucidita' le problematiche che attraversavano la scena politica italiana alla fine degli anni '70.  Il suo  punto di vista  analitico di giornalista e una limpidezza di orizzonti  spingono Fava a rappresentare in chiave drammaturgica aspetti paradossali della
nostra scena politica, esaltando le maschere truculente di una borghesia che
iniziava ad inghiottire se stessa. Coraggioso nella scrittura quanto nella vita,
fino al tragico epilogo della sua morte, descrive con commozione i ''vinti '',
coloro che difficilmente esprimono un'identita' precisa.

Pupa, la protagonista di Foemina Ridens, e' una prostituta che narra la sua
esistenza con sagace ironia, svelando con semplicita' angoli intoccabili della sua vita, denunciando la propria amarezza di fondo a colpi di invettive e trovate auto-ironiche. Approda come tutte le donne alla maternita', esprimendo tutta la sua tenerezza, l'ansia e il delirio doloroso di fronte alla morte del figlio.

Ida di Benedetto, narrando le vicende della giovinezza e della maturita' di
Pupa,  e' donna, amante, madre e vive i  palpiti di una parola possente che
giunge al pathos tragico, raggiungendo, attraverso la penna siciliana di Fava,  la dimensione del mito propria dei tragici greci.

 

Titania Produzioni presenta

Ida di Benedetto

in

PUPA   

tratto da Foemina Ridens di Giuseppe Fava  

regia Lorenzo Salveti  

scene Bruno Buonincontri - costumi Santuzza Cali -

interplay musicale

Riccardo Ballerini (pianoforte) - Angelo Adamo (armonica)  

Paolo Cimmino (percussioni)  

le canzoni sono interpretate da Fioretta Mari  

aiuto regista Diana Collepiccolo - aiuto costumista Paola Casillo

capo macchinista Antonio Belardi - coordinamento Tiziana Fedele  

ufficio stampaNicola Conticello - amministratore di compagnia Giuseppa Granata

foto Tommaso Le Pera - luci Sergio Ciattaglia  

video realizzati da Miki Gambino  

Sartoria Teatrale Farani, Roma - Parrucche Anna Sorrentino - Calzature Pompei  

Realizzazione Scene Teatrotecnica, l'Aquila